Resto al Sud, le novità del 2020

Resto al Sud, le novità del 2020

Con l’arrivo del nuovo anno, sono due le importanti novità che riguardano gli incentivi Resto al Sud e la loro applicazione sui territori agevolati:

  • Regime transitorio: la Legge di Bilancio 2020 ha introdotto il regime transitorio in relazione all’estensione dei limiti di età. Pertanto, per il 2019 e fino al 31 dicembre 2020, potrà presentare domanda anche chi possedeva il requisito dell’età (under 46) al 1 gennaio 2019, ossia alla data di entrata in vigore della legge 145/2018 (legge di bilancio 2019). Dal 1 gennaio 2021 invece il requisito d’età dovrà essere posseduto alla data di presentazione della domanda.
  • Nessun limite di età per 24 comuni dell’area del cratere sismico Centro Italia. Si tratta di 24 comuni su 116 che presentano una percentuale di edifici dichiarati inagibili superiore al 50%. Questa modifica è stata introdotta dalla legge 156 del 12 dicembre 2019 (pubblicata in GU il 23 dicembre 2019) che modifica il DL 123/2019 che aveva esteso Resto al Sud ai comuni del cratere sismico centro Italia.

L’agevolazione, lo ricordiamo, consiste in un finanziamento, fino a 50mila euro, per la creazione di nuove attività (fino a 200mila euro in caso di società). Copre i costi per la ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili, per l’acquisto di impianti, macchinari, attrezzature e programmi informatici e per le principali voci di spesa utili all’avvio dell’attività.

Una parte del finanziamento è a fondo perduto e copre il 35 per cento dell’investimento. La restante è demandata ad un finanziamento bancario, un prestito a tasso zero e va rimborsato entro otto anni dalla concessione del finanziamento.

Per saperne di più, vi ricordiamo che è in programma il 3 febbraio, a Pescara, l’ultimo di tre “Resto al Sud Days”.

Se non potete partecipare all’Info day di Pescara, vi ricordiamo che è sempre attiva la rete di enti accreditati presso Invitalia, autorizzati a offrire consulenza gratuita su Resto al Sud a chi ne avesse bisogno. Abruzzo Sviluppo NON E’ un ente accreditato. 

Tutti i dettagli sulla misura sono riassunti QUI.

Per maggiori informazioni e per richieste di assistenza visitate il sito di Invitalia.

da Abruzzo Sviluppo Spa